Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

FVG: 89 medici su 100 dicono NO al vaccino. Burioni, fattene una ragione!

FVG: 89 medici su 100 dicono NO al vaccino

Burioni, fattene una ragione!
Solo l’11% degli operatori sanitari risulta immunizzato.

Fonte: Evoluzionari.net

Al di là di ciò che sono obbligati a dire pubblicamente e ai propri pazienti, DI FATTO, proprio i medici sembrano essere i maggiori NO-VAX. Quale altra categoria professionale è al 89% No-Vax?

Il fatto che la laurea in medicina sia quella che offre la maggiore conoscenza sui vaccini, e che la professione medica permetta di riscontrare gli effettivi danni vaccinali molto più di quanto possa descrivere qualsiasi libro, la dice lunga su quale sia la Verità in merito alla fiducia medico/scientifica sulla bontà vaccinale.

E, se l’89% dei medici, i quali conoscono da vicino i vantaggi e gli svantaggi delle vaccinazioni, non si vaccina perché dovremmo farlo noi liberi cittadini? 

I pediatri, oltre ad essere assoggettati come i medici al richiamo o alla radiazione dall’Albo se mostrano dubbi sulla bontà della pratica vaccinale, guadagnano molti eurini anche dalla quantità di vaccini somministrati ai bambini; immaginiamoci quindi quanto poco possano essere obiettivi!

Approfondimenti:       Evoluzionari.net     la Repubblica.it     Vita.it     FIMP Toscana

Se poi a questo si aggiunge che l’Ordine nazionale dei biologi è molto critico verso la sicurezza vaccinale, e lo ha scritto in copertina del proprio notiziario mensile, e collabora con i Free-Vax per l’analisi dei contenuti effettivi dei vaccini …

ci sembra EVIDENTE quale sia la REALTÀ SCIENTIFICA di questa losca faccenda; non ci stupisce dunque la tragica campagna a favore delle vaccinazione di massa LINK ALBUM

Siamo soggetti di Diritto, dotati di intelligenza e coscienza,
o cavie farmaceutiche?

Il buon senso di chi ha a Cuore la Salute dei propri figli, porta inevitabilmente verso una sana prevenzione dell’organismo, del suo “terreno”, del microbiota, e non verso un uso massivo di vaccini. Infatti, ogni studio di confronto tra vaccinati e non vaccinati dimostra sempre che i non vaccinati godono di uno stato di salute globale notevolmente migliore, nel breve, medio e lungo periodo, individualmente e socialmente.

Omraam Mikhaël Aïvanhov ci ricorda che «i genitori sono assimilabili a dei precettori, ai quali sono state mandate delle creature da allevare e da educare. Non sanno nemmeno da dove vengano né chi siano, ma quel che devono sapere è che un giorno dovranno rendere conto del modo in cui hanno assolto al loro compito.  Se sono stati negligenti e disattenti saranno puniti; se invece si saranno dimostrati dei buoni precettori, riceveranno delle ricompense per il lavoro svolto …».

Buon senso e Saggezza a tutti!

ULTERIORI DETTAGLI

Per fare rete verso Verità e Giustizia, anche attraverso un supporto informativo, solidale e legale per esercitare la Libertà di Scelta educativa, terapeutica e vaccinale, e per non far escludere bambine/i dalle scuole, aggiungiti anche tu a http://LiberaScelta.Evoluzionari.net/

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

APPROFONDIMENTO SUL VIDEO

INSERTO - Vaccini: il perché dei polivalenti spiegato da un dirigente della Glaxo Smith ⇓APRI ⇑CHIUDI

INSERTO - Vaccini: il perché dei polivalenti spiegato da un dirigente della Glaxo Smith ⇓APRI ⇑CHIUDI

Vaccini: il perché dei polivalenti spiegato da un dirigente della Glaxo Smith

Nel video che ho tradotto dal francese, un alto dirigente dell’azienda che produce gli esavalenti, la Glaxo Smith, spiega in modo molto succinto come la sua società sia “stata creata e diventata azienda di successo” acquisendo tutti i brevetti dell’epatite B, quando per la prima volta fu possibile per un vaccino essere coperto da brevetto, e quindi dall’alto di una POSIZIONE DOMINANTE, costringendo le aziende “concorrenti” ad adeguarsi alle condizioni di GS per entrare sul mercato.  Per chi non lo sapesse questo si chiama appunto abuso di posizione dominante e intesa su prezzi e condizioni, in poche parole MONOPOLIO, ed è un reato passibile di penalità da parte della DG Concorrenza della Commissione di Bruxelles, dove questa ha i più ampi poteri per Trattato UE.

In questi giorni di rientro a scuola e di discussione sull’obbligo vaccinale, mentre regioni come la Toscana decidono di applicare semplicemente la Lorenzin escludendo incostituzionalmente dagli asili nido e le materne i bambini non vaccinati, bisogna chiarire che l’argomento è stato strumentalizzato e imposto per mere questioni di interesse di una multinazionale privata, la Glaxo Smith, e tutta la sua clique, facendo passare dei genitori che amano i figli e che si pongono domande più che legittime, per fanatici No Vax mentre non fanno altro che interrogarsi sulle ragioni di un’imposizione di così tanti vaccini contemporaneamente  anche allorquando alcune malattie sono state fatte dal bambino, o quando, in età troppo giovane, alcuni vaccini come il tetano o per l’appunto l’epatite B, sarebbero non pertinenti, del tutto non necessari. La risposta è nel video.

Questi “fanatici no vax” vorrebbero solo essere sicuri di evitare gli effetti collaterali descritti dall’AIFA e non solo e che aumentano con l’assunzione dei polivalenti, semplicemente effettuando un test preventivo, vorrebbero potere ottenere i monovalenti – praticamente introvabili perché commercialmente alle ASL sono stati imposti i polivalenti dal monopolio vigente – li vorrebbero certificati puliti da sostanze dannose e nanoparticelle varie, e o  altro materiale estraneo, e solo una volta appurato che il soggetto non sia allergico con opportuni test esistenti.

Si impongono vaccini per malattie di cui non esiste l’epidemia o di cui l’epidemia sarebbe innocua – la sottoscritta appartiene a quella generazione di ex bambini le cui mamme ci portavano alle feste dei bimbi malati di varicella, morbillo e rosolia per contagiarci e “acquisire l’immunità” da piccoli – mentre stiamo correndo enormi rischi di nuove epidemie, completamente scoperti e inermi, di fronte a un’immigrazione selvaggia dove persone non identificate e senza documenti, spariscono nella natura, mentre quelle trovate positive ai test, non vengono costrette ad alcuna quarantena.

Ma la realtà è che siamo arrivati al degrado completo nel settore della sanità, poiché in seguito a scelte scellerate iniziate nel 1996, mancano medici, specializzandi e personale sanitario – ad esempio in Lombardia sono necessari 40000 medici supplementari – il tutto come conseguenza dei tagli folli di una spending review che dal 1992 ci ha marchiato al ferro di Maastricht e al fuoco delle privatizzazioni selvagge a gran vantaggio di un cartello di banche private prevalentemente estere, i cui azionisti principali stanno riscuotendo la manna dal bengodi Italia da quasi 30 anni.

L’igiene pubblica è un bene prezioso come l’acqua potabile e l’aria che si respira. Essa è una materia da non prendere assolutamente sottogamba e da investirci, sempre seguendo la massima PRIMUM NON NUOCERE.

Prima vengono gli umani e la loro salute. E il benessere degli umani è il bene più prezioso, quello per il quale pur di non tagliare i fondi, bisognerebbe creare strumenti monetari quanto basta per ottenere l’obiettivo di igiene pubblica e di una sanità umana ed efficace.

Nforcheri 12/9/2018

Approfondimenti seri e onesti
sui vaccini e sulle cosiddette pandemie

La dr.ssa Humphries sgretola l’immunità di gregge
parlando al WV Senate Education Committee

Diciamolo pure alla ministra Lorenzin.
Diciamolo pure alla ministra Lorenzin come il vaccino contro il morbillo ha fallito: l’immunità di gregge non esiste.

Come il vaccino contro il morbillo ha fallito: l’immunità di gregge non esiste. I vaccinati possono trasmettere la malattia ai non vaccinati. Anche avendo una copertura vaccinale del 100% ci sarebbero comunque epidemie di morbillo.

CLICCA QUI PER IL VIDEO E L’ARTICOLO CORRELATI

Bill Gates ammette:
«I vaccini servono per diminuire la popolazione».

lospecchiodelpensiero /

Si sa che fra i complottisti gira l’idea che esistano dei “mondialisti” cattivi cattivi che, fra i loro scopi, hanno quello (udite udite!) di ridurre la popolazione mondiale.

E il motivo sarebbe semplice: questi cattivoni hanno tutto: denaro, potere, controllo dell’informazione, ecc, tranne una cosa: i numeri. Sono molto pochi, in confronto agli altri, che sono enormemente di più. E allora? Allora l’idea sarebbe quella di ridurre la popolazione mondiale, tramite guerre, carestie, terremoti, inquinamento, vaccini (vaccini? Sì, vaccini!) pessima alimentazione, ecc.

Chissà se è vero. Però è divertente vedere Bill Gates (sì proprio lui, il sig.Windows) che dice, testualmente, che per ridurre le emissioni di CO2 causato dall’uomo bisogna agire sui fattori che lo producono:

  • numero di persone,
  • quantità di consumi che queste persone fanno,
  • energia unitaria per consumo.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Insomma, un approccio matematico. E analizzando le singole voci, partendo dalla eccessiva presenza di esseri umani (questo bestiame ingombrante, ma perchè sono così tanti?) dice testualmente: «Lavorando bene, con i servizi sanitari, la contraccezione e i vaccini potremmo forse ridurre la popolazione del 10-15%».

Ma come? La sanità e i vaccini servono per diminuire la popolazione? Avrò capito male? … No, no, l’ha proprio detto, c’è il video su youtube che lo documenta!

Vaccinazione, il killer silenzioso … la storia si ripete

Abbiamo barattato orecchioni e morbillo contro cancro e leucemia

CLICCA QUI per leggere l’articolo

 

vaxxed-censurato-big-pharma-bigpharma

preghiera-andrea-pangos

Cerca anche

Incontro pubblico con Joël Ducatillon, Châtillon (AO), 11-11-2018

Capire i Tempi Steel Storm Staelhe   Incontro pubblico con Joël Ducatillon Châtillon (AO), il …

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Selezionando "ACCETTO" su questo banner acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi