Baba Story, 1964. Il pericoloso rinoceronte nella foresta

Baba Story, 1964

Il pericoloso rinoceronte nella foresta

Era l’anno 1964. Fu organizzato un DMC (ndt: Dharma Maha Chakra – Una potentissima pratica Spirituale collettiva) ad AAMBAGAN, nell’Assam (India nord-orientale). Baba arrivò il 27 marzo. Ac Sambuddhananda Avt era AP (Assistente Personale) di Baba per i DMC. Alla sera, Baba chiese all’AP di andare a fare la consueta passeggiata serale nella foresta di Laokhuwa. Andarono in macchina. Anche tre margi locali Yogeshwar, Indramohan e Umesh si unirono a Baba.

L’assistente personale guidava l’auto di Baba. Quasi dopo otto Km di guida, raggiunsero la foresta. Molti animali tra cui elefanti, rinoceronti, pantere, ecc. risiedevano nella foresta. Dopo il tramonto, nessuna popolazione locale avrebbe osato camminare verso la foresta. Tuttavia Baba istruì il dada AP a continuare a guidare nella foresta profonda. Il fratello di un Margi, Yogeshwar, era preoccupato e si sforzò di convincere l’AP a non andare verso la foresta profonda, dato che molti animali pericolosi potevano attaccarli. Ma l’AP non poteva fermare la macchina, doveva seguire le istruzioni di Baba.

Dopo essersi addentrato nella foresta profonda, l’AP improvvisamente fermò la macchina. Trovò un enorme rinoceronte con il suo piccolo a una certa distanza. Tutti i margii urlarono e cominciarono a tremare. Baba stava sorridendo e ordinò all’AP di andare oltre. Dopo quasi 10 metri di distanza dal rinoceronte , Baba ordinò di fermare la macchina. Il rinoceronte sembrava pericoloso.

Baba scese e iniziò gradualmente a camminare verso l’animale. Anche l’AP e i margii tremanti seguirono Baba. Il rinoceronte non attaccò. Baba raggiunse l’animale e gli toccò la schiena. Dopo il tocco divino di Parama Purusa Baba, il rinoceronte rispose abbassando la testa come se volesse toccare i divini piedi di Baba. Baba stava conversando con il rinoceronte e lentamente muoveva le Sue divine mani sul dorso. Il rinoceronte inizió a piangere. Le sue lacrime erano chiaramente visibili, scorrevano dai sui occhi. I margii erano sbalorditi nell’assistere alla scena che toccava il cuore.

Baba quindi ordinò a tutti di tornare in macchina. I margii non potevano credere a quel che avevano visto. Avevano sognato? Baba rispose: «Questo rinoceronte era un devoto molto bravo nella vita passata. A causa di qualche abbaglio ha dovuto nascere come rinoceronte». Ora di nuovo sarebbe nato come essere umano e avrebbe raggiunto la destinazione finale.

Il giorno dopo il rinoceronte morì e Baba ordinò al dada AP di andare nella foresta per prendersi cura del cadavere del rinoceronte .

Baba ordinò al suo AP di non seppellire il cadavere ma di cremarlo.
(Cortesia – Ac AR Sarangiji).

P.R. Sarkar

Prabhat Ranjan Sarkar (Shrii Shrii Anandamurti 1921-1990) è un filosofo indiano e guida spirituale di milioni di discepoli in tutto il mondo. Fondatore dell’Ananda Marga e del Proutist Universal, per la diffusione del Tantra Yoga e la creazione di un nuovo assetto sociale basato su valori universali. Grande Guru dalla personalità trascendente, ha fatto rivivere l’antica scienza intuizionale del Tantra Yoga adattandola alle esigenze della vita moderna. La Sua filosofia spirituale svela molti aspetti del misticismo, e le pratiche di meditazione tantrica da Lui insegnate permettono una profonda trasformazione interiore. Al tempo stesso ha proposto nel Prout una visione sociale globale, ispirando i discepoli alla realizzazione di innumerevoli progetti di servizio sociale. Ha introdotto i principi del Neoumanesimo e creato un sistema educativo innovativo per lo sviluppo completo dell’essere umano. I Suoi scritti includono testi di filosofia spirituale e opere di economia e sociologia, trattati di filologia e composizioni musicali, nuove teorie scientifiche, testi sulla medicina yogica e l’agricoltura ecosostenibile, storie per bambini e opere di narrativa e teatrali.


Archivio Storico categoria su LiberaMenteServo

Il Kiirtan: Bàbànam Kevalam

il Mahamantra

Baba means “My most beloved One”, Nam means “name of” or “to identify with”, and Kevalam means “only”. The meaning of the mantra is “My most Beloved is the only One.” The ideation is: “Everywhere I look, in everything I hear, feel, see, taste and smell, I perceive that one Supreme Consciousness which pervades all things.”

BABANAM KEVALAM
The whole Universe is an expression of Cosmic Consciousness.

«Insieme agli ostacoli, ci saranno anche alcune forze che vi assisteranno. Qualunque difficoltà mondana potrebbe ostacolare il vostro percorso; la migliore forza positiva o ausiliaria è kiirtana. Kiirtana aiuta un devoto ad accelerare la velocità verso il centro dell’universo. Kiirtana vi aiuterà in tutte le circostanze; se si presenta qualche problema mentale, kiirtana ti aiuterà».
Shrii Shrii Anandamurti

Bàbànam Kevalam – Tutto è Infinito Amore.

Chi non ha ancora ricevuto il proprio mantra personale può ripetere mentalmente il mantra universale in lingua sanscrita BABA NAM KEVALAM. L’ideazione più profonda di questo mantra è: «Ovunque io guardi, ogni cosa io senta, assaggi, odori, percepisca, è espressione di questa Coscienza Cosmica che pervade tutto, che può essere riassunto in “L’AMORE E’ OVUNQUE”».

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

preghiera-andrea-pangos

Cerca anche

Sempre più tonti: prove scientifiche che la gente sta diventando “più stupida”

Sempre più tonti: prove scientifiche che la gente sta diventando “più stupida” 26 Ago 2014 …

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Selezionando "ACCETTO" su questo banner acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi