In Evidenza

Wikileaks pubblica documenti su Alieni, Vaticano ed Esopolitica

 

Wikileaks pubblica documenti su Alieni, Vaticano ed Esopolitica

Il Fatto Quotidiano

WikiLeaks, “il Vaticano sa dell’esistenza degli alieni”.
La rivelazione dell’ex astronauta Mitchell

Subito dopo la pubblicazione, questo articolo è stato frettolosamente rimosso da “Il Fatto Quotidiano”. È lecito chiedersi il perché di questa inspiegabile rimozione.

Una mail del gennaio 2015 dell’ex membro dell’equipaggio dell’Apollo 14 è stata intercettata dai whistleblower. Il destinatario del messaggio era l’attuale direttore della campagna elettorale di Hillary Clinton, il cui staff però replica: l’associazione di Julian Assange «è manovrata dalla Russia che vuole far vincere Trump».

di | 9 ottobre 2016

La rivelazione l’ha fatta Edgar Mitchell, il sesto uomo a mettere piede sulla Luna. E avrebbe del clamoroso: il Vaticano è consapevole dell’esistenza di forme di intelligenza extraterrestre. L’ex astronauta, morto nel febbraio 2016, lo ha affermato in una mail risalente al gennaio 2015, e resa nota daWikiLeaks nelle scorse ore, insieme ad altri 2mila messaggi riservati.

La mail incriminata era stata inviata da Mitchell a John Podesta, l’attuale direttore della campagna elettorale di Hillary Clinton. Mentre parlava di un imminente incontro, e degli argomenti che vi si sarebbero trattati, Mitchell scriveva al suo destinatario: «Il mio collega cattolico Terri Mansfield ci … aggiornerà sulla consapevolezza del Vaticano rispetto all’ETI», ovvero le forme di intelligenza extraterrestre. Mitchell non è nuovo a dichiarazioni su questo argomento: sin dalla metà degli anni ’90, l’ex membro dell’equipaggio dell’Apollo 14 si era detto sicuro dell’esistenza degli UFO, anche in virtù di fonti militari che aveva potuto consultare.

La pubblicazione dell’ultima serie di messaggi riservati suscita polemiche nello staff di Hillary Clinton: in particolare, il coinvolgimento di John Podesta viene considerato un tentativo di screditare gli uomini di fiducia dell’ex first lady. Dalla direzione della campagna presidenziale della candidata democratica hanno replicato denunciando che alcuni agenti dell’intelligence russa stanno utilizzando WikiLeaks per “immischiarsi nelle nostre elezioni” e aiutare Donald Trump ad essere eletto alla Casa Bianca. Un portavoce è andato anche oltre, attaccando direttamente Julian Assange, affermando che lo scopo del fondatore di WikiLeaks è quello di “danneggiare” la Clinton.

In un altro messaggio intercettato dai whistleblower, Mitchell avverte Podesta della probabilità che un nuovo conflitto scoppiare nello spazio. «Possiamo ragionevolmente ritenere – scrive l’ex astronauta – che siamo più vicini che mai ad una guerra nello spazio. La maggior parte dei satelliti che orbitano intorno alla Terra appartengono appartengono a Stati Uniti, Cina e Russia. E i recenti test di armi anti-satellite – prosegue Mitchell – non aiutano esattamente a rasserenare il clima di paura».

Fonte/Link attivo
Blastingnews
  Esperto di Cronaca

Alieni e Hillary Clinton: Wikileaks pubblica
email su extraterrestri e una guerra spaziale

In un’email trapelata da Wikileaks, John Podesta avrebbe discusso con Edgar Mitchell riguardo gli alieni e una possibile guerra spaziale.

Manca ormai poco alle elezioni del prossimo presidente degli Stati Uniti e Hillary Clinton, in corsa per la poltrona della stanza ovale, continua a stupire. Le sue dichiarazioni sul voler pubblicare gli x-files ed eseguire un blitz all’interno dell’Area 51, hanno sicuramente catturato i consensi dei cacciatori di alieni e dei teorici della cospirazione. Manovra ben ponderata per ricevere qualche voto in più? Forse, ma fatto sta che non sono state solo le sue dichiarazioni ha suscitare interesse e curiosità. Da una email venuta alla luce nelle ultime ore, risulterebbe una discussione incredibile su guerre spaziali, ufo e alieni. A diffondere questa email, non poteva che essere il famoso sito Wikileaks fondato da Julian Assange nel 2006. La discussione sarebbe stata portata avanti da John Podesta ed Edgar Mitchell, astronauta NASA che ha sempre fatto dichiarazioni pubbliche per quanto riguarda l’esistenza di civiltà aliene .

L’email di Edgar Mitchel sugli extraterrestri

«Gli extraterrestri non tollerano nessuna forma di violenza militare sulla Terra e nello spazio», avrebbe detto Mitchell a Podesta, invitandolo poi ad approfondire la conversazione via Skype. Quello che ha scritto Mitchell nel e-mail ha davvero dell’incredibile, parlando di una probabile guerra spaziale in stile Star Wars, definendola “abbastanza reale”. I teorici della cospirazione a lungo si sono chiesti il perché l’uomo dopo le missioni Apollo non abbia mai più messo piede sulla Luna. La NASA ha improvvisamente perso interesse per il satellite e questo ha scatenato teorie riguardo ad avvertimenti ricevuti da un civiltà aliena , che vietarono a chiunque di ritornarci. Mitchell nella sua email a John podesta, definisce questi ETI (extraterrestrial intelligence) come non violenti.

L’astronauta NASA è stato sempre visto dagli scettici come un pazzo in cerca di attenzioni e popolarità. Il fatto che abbia scritto privatamente a Podesta parlando di determinati argomenti, cambierà certamente le carte in tavola. L’email è disponibile sul sito ufficiale di Wikileaks con numero 1802. #ufologia #vita aliena.

Fonte/Link attivo

Articolo con video correlato e consigliato:

J.C. Juncker: i “dirigenti di altri pianeti” sono preoccupati per l’Europa

CLICCA QUI per accedere all’articolo con il VIDEO

I.P.R. Initial Path Room

Oneness Phenomenon Diksha

Importantissimo evento

preghiera-andrea-pangos

Cerca anche

9 giugno: Giornata Oneness delle Relazioni. Meditazione Speciale

Speciale meditazione della famiglia (usate il traduttore automatico per favore se non conoscete l’inglese). LIFE …

Utilizzando il sito e continuando con la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi