Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Rai Storia: 25 giugno 1946, la Costituente – Io Voto NO!

 

PERCHÉ È NECESSARIO VOTARE NO?

«Per farti ingoiare una vera schifezza, ti spaventano con un’alternativa ancor peggiore
perlopiù inventata, fasulla e terrificante» (diinabandhu sevananda).

Rai Storia: 25 giugno 1946, la Costituente – Io Voto NO!

Ecco chi erano i padri costituenti: altro che Renzi, Boschi e Verdini.
Clip tratta dalla terza puntata del programma di Rai Storia “L’Italia della Repubblica”

Un documento storico di importanza rilevante che è il momento di ricordare, e di proporre a tutti quelli che quei tempi non hanno vissuto.

Con l’auspicio che i cuori riprendano a palpitare per una conquista che molti ci invidiano, e della quale qualcuno vorrebbe depredarci …

4 dicembre 2016 (?)
ITALIANO, NON FARTI FREGARE!

Difendi la Tua Costituzione, VOTA NO !
Onora la memoria dei tuoi genitori, dei tuoi avi che molto hanno lottato, sofferto, patito, subito, sopportato per donarti questo immensa GARANZIA di libertà: LA COSTITUZIONE!
La nostra Costituzione non ha niente che non va.
Basterebbe applicarla … non stravolgerla!

Obama, JP Morgan, Goldman Sachs, agenzie di rating, Confindustria e alta finanza sono per il SI.
COME PUOI PENSARE CHE QUESTA RIFORMA SIA A FAVORE DEL POPOLO?

#iodicono
#iovotono

diinabandhu sevananda

Articolo correlato:
Referendum: La Nuova Costituzione voluta dalle banche

banconota-500-lire-repubblica-italiana_660-330

CLICCA QUI per accedere all’articolo

LA COSTITUZIONE ITALIANA È INTOCCABILE!

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Caro Roberto, che delusione sentirti perorare la causa del SI. Addirittura definire l’eventuale vittoria del NO “peggio della Brexit”, che delusione, che vergogna. Proprio tu che hai rappresentato uno splendido spettacolo in Rai, seguito ed applaudito da milioni di italiani, sulla nostra Costituzione Italiana (25 Giugno 1946), decantando e lodando le qualità della stessa. Hai descritto i nostri padri costituenti come persone di alta qualità morale e politica, persone speciali, integerrime, che hanno dovuto affrontare una guerra durissima ma, dalla quale, ne sono usciti temprati e arricchiti di esperienza, poi divenuta indispensabile per renderli gli unici in grado di scrivere la nostra Costituzione, così come oggi la conosciamo e che, come tu stesso hai detto, invidiata e presa ad esempio in tutto il mondo come la migliore. Ora, un uomo NON ELETTO, NOMINATO, cerca di modificarla, chiaramente peggiorandone alcuni contenuti, chiaramente modificandone alcuni aspetti nel miserabile tentativo di renderli utili al suo interesse e della sua parte politica, aumentando lo strapotere dei politici in sfavore dei cittadini italiani, in totale mancanza di rispetto degli stessi che dovrebbe rappresentare ed altro ancora.
Che delusione Roberto, che delusione, personalmente ritengo che i nostri padri costituenti si rivolteranno nella tomba, ne cito alcuni, forse i più noti, nella speranza che sia io, tu ed altri li possiamo ricordare.

Presidenti Giuseppe Saragat, Umberto Terracini.
Vice Presidenti Gianbattista Bosco Lucarelli, Giovanni Conti, Achille Grandi, Giuseppe Micheli, Fausto Pecorari, Ferdinando Targetti, Umberto Terracini, Umberto Tupini.
E i più noti;
Luigi Einaudi, Amintore Fanfani, Benedetto Croce, Nilde Iotti, Ugo La Malfa, Giorgio La Pira, Paolo De Michelis, Ugo Della Seta, Giancarlo Matteotti, Giovanni Leone, Alcide De Gasperi, Arturo Labriola, Guido Basile e tutti gli altri.

Fonte, Google+: Stefano Pituello

Playlist YouTube di LiberaMenteServo “Notizie per il Risveglio Sociale”

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

preghiera-andrea-pangos

Cerca anche

Un popolo è libero quando è proprietario della moneta

Un popolo è libero quando è proprietario della moneta MARTEDÌ 15 MAGGIO 2018 Pubblicato da Angelo …

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Selezionando "ACCETTO" su questo banner acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi