Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Oneness University, messaggio del 22/03/2016

 

oneness-2016-03-22Oneness University, messaggi quotidiani

Dove c’è giudizio non c’è esperienza.
Sri Bhagavan, 22 marzo 2016

«… Il giudizio appartiene all’ego ipertrofico che narcisisticamente si ritiene più grande e migliore. Finché ci si ritiene grandi e unici è impossibile amare l’altro. che vantaggio traiamo nel giudicare l’altro, quale interesse può esserci nel vedere nell’altro qualcosa che non funziona? Il giudizio serve a mantenere le distanze, a sentirsi all’altezza. La ragione per cui l’ego ha bisogno di distanza è per la paura di essere attaccato. Il giudizio è qualcosa che tiene fermamente legati al mondo polare della materia. La ruota delle apparenze che governa il mondo della percezione si esprime sempre attraverso la valutazione di opposti (buono-cattivo, caldo-freddo, amore-odio, ecc.) Una valutazione è un modo di guardare dall’esterno il mondo polare. La formulazione di un giudizio lega a uno dei due estremi della polarità. Questo processo, se diventa abituale e ripetitivo, vincola sempre di più all’ego e al mondo materiale impedendo il contatto con il Sé superiore o Potenzialità Pura. Più si emettono giudizi più ci si vincola a riferimenti esterni, oscurando e rendendo arduo il collegamento al riferimento interno. E’ come se una ragnatela, in cui ogni filo rappresenta un giudizio, andasse a ostruire il passaggio verso il mondo spirituale della propria essenza: il mondo della conoscenza. In altre parole il giudizio àncora al mondo della percezione e del sogno, che appartiene all’ego, impedendo l’accesso al mondo spirituale della conoscenza. Vivere centrati, in equilibrio, vuol dire prendere come riferimento lo spirito e non l’oggetto delle esperienze. Le esperienze ci legano in rapporti orizzontali con situazioni, persone, ecc. …».

Tratto daIl Diksha di Sri Bhagavan. Un viaggio verso il risveglio e la consapevolezza”, di Osvaldo Sponzilli ed Enza Carifi. Edizioni Mediterranee.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Archivio storico su LiberaMenteServo.it:
Maestri/Diksha
Presenza Divina

La Oneness non è una religione, non è un culto, non è una filosofia, è semplicemente un Fenomeno come un passaggio di una cometa, un’eclissi solare o altri fenomeni naturali.

Questo fenomeno ha 850 anni e si è rivelato nel 1989, quando la sfera Dorata si è presentata ai bambini della scuola Jivashram che poi sono diventati insegnanti della Oneness University. Nel 1989 il fenomeno profetizzò molte rivelazioni e fin’ora si sono tutte realizzate.

Finora abbiamo percorso la strada lunga: Awakening, le sadhana ecc. Ora c’è la via breve: anche le persone mondane che non credono entrano nelle Sri Amma Bhagavan Sacred Chambers, chiedono al loro Divino di diventare fisico e succederà tutto velocemente.

La seconda cosa da capire è che Dio diventa Antaryamin dentro di voi, Il Dio che diventa Antaryamin dentro di voi e il Dio che vive nelle Sri Amma Bhagavan Sacred Chambers sono tutti coscienza collettiva, tutto è Paramatma. Quando voi pregate e chiedete, è quel centro che si chiama Dio -e che viene chiamato Paramatma- che arriva a voi come Antaryamin per voi, che fa miracoli, che arriva come esperienza, che vi sta osservando e questo Antaryamin arriva con un corpo specifico.

Bhagavan diceva che nel 2014 si sarebbe ritirato, perché il vostro Avatar sarebbe diventato fisico. Il Paramatma si rivelerà a voi nel modo più appropriato per voi. Le Sri Amma Bhagavan Sacred Chambers sono una via breve verso il risveglio, la trasformazione, la realizzazione di Dio e la risoluzione di ogni genere di problema. Ciò che accade dipende dalla relazione che avete con il vostro Divino Personale.

Questo è davvero qualcosa che cambia le cose. Qualcosa che cambia le cose per tutta l’umanità.

Dovete aver pensato molto spesso: Dio, se ci sei, perché non vieni da me? Perché non mi parli? Perché non mi aiuti? Quello è esattamente ciò che sta accadendo. In India e nel resto del mondo, adesso, ci sono più di settecento di queste Sri Amma Bhagavan Sacred Chambers. Arrivano tantissime persone ogni giorno e quasi tutte le loro preghiere vengono esaudite.

«Quando diventi illuminato ti rendi conto che non c’è nessuno scopo in questa creazione. C’è semplicemente perché c’è gioia nella creazione e la gioia esprime se stessa in tutte le forme. Quando ti illuminerai vedrai che c’è soltanto gioia, c’è solo Amore».
Da: Serate con Sri Bhagavan “Avatar dell’illuminazione“.

La Oneness e’ un Fenomeno, il suo scopo e’ quello di diffondere in tutto il pianeta lo spirito della Oneness. Si comincia con lo scoprire la Oneness in se stessi, nella famiglia, nella società e nel proprio paese. E non ci si ferma qui. Si scopre anche la Oneness sul pianeta, e la Oneness con ogni cosa che vive, e naturalmente la Oneness con l’universo, ed infine con il Divino. La trasformazione dell’individuo porta alla trasformazione globale.

«Lo stato più elevato fra tutti è quello di Seva. Lo Spirito di Seva è intrinseco in ogni intuizione, realizzazione, esperienza mistica e Mukthi. E’ questo spirito che vi spinge a condividere con il mondo ciò che vi è stato dato».
Da insegnamenti: Sri Padmavathi Amma “La Madre Divina”.

preghiera-andrea-pangos

Cerca anche

Valerio Malvezzi: il discorso del secolo. Tutte le vostre maledette colpe

Valerio Malvezzi: il discorso del secolo «Tutte le vostre maledette colpe» Valerio Malvezzi si rivolge …

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Selezionando "ACCETTO" su questo banner acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi