Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Oneness University, messaggio del 04/03/2016

oneness-2016-03-04

Oneness University, messaggi quotidiani

Se ami e accetti te stesso farai lo stesso con gli altri.
Sri Bhagavan, 4 marzo 2016

SRI BHAGAVAN: ACCETTARE CIÒ CHE C’È
Added by Oneness Maria on November 17, 2010 at 5:55pm
Traduzione a cura di Paola Eleonora Raschellà

Sri Bhagavan: «Tutto ciò che puoi fare è vedere quello che c’è. Innanzitutto tu non sai quello che c’è, perché in tutti questi anni sei scappato via. Ogni giorno tu trovi solamente il sé, così giungi a sapere (cosa c’è). Questo è un modo indiretto di sapere, ma poi vedere effettivamente le cose è doloroso. Non è una bella esperienza guardare i tuoi pensieri di invidia, i tuoi pensieri di gelosia, i tuoi pensieri paurosi e ansiosi. Tu cerchi sempre di evitarli. Questo è l’unico problema che ha l’Uomo. Così, visto che ti stiamo dicendo, “guarda, girati, affrontalo”, forse dirai “ok, fammi provare”. All’inizio potrebbe essere difficile, ma presto ti renderai conto che è molto allettante, in realtà molto piacevole da vedere. Man mano vedi il tuo lato oscuro, il tuo lato negativo, stranamente smetti di giudicare perché sai che è vero. E arriva anche la gioia, e con quella gioia troverai presto che c’è completa assenza di conflitto. Non significa che il tuo lato negativo sia sparito. Non significa che hai smesso di essere geloso, di essere arrabbiato, di avere paura. No, no, no, niente del genere. Ma per la prima volta nella tua vita, tu sei in grado di dire: “Sì, io sono questo. Io non me ne vergogno. Questa è l’unica verità. Io sono sincero”. Questo è il primo passo che fai nella spiritualità ed è anche l’ultimo passo. Da allora in poi, tutto è automatico. Non serve nessun guru, non serve alcun insegnamento. È tutto automatico. Tu pensi che ci sia qualcosa che si può fare per arrivarci. Non c’è niente che puoi fare per arrivarci. Se sei geloso non diventerai non geloso. Se sei pauroso, non diventerai coraggioso come un leone. Se sei un depresso, non diventerai euforico. Non puoi cambiare. Per quanto tu possa provarci, tu non puoi cambiare. Allora, qual è l’insegnamento? L’insegnamento dice: “Non puoi cambiare e non c’è bisogno di cambiare perché sei stato progettato così, tu sei così”. Questo è tutto. Questo è l’unico insegnamento. Pertanto tu accetti. “Ah! Ah! Non posso cambiare. Allora, cosa devo fare?”. Non c’è niente da fare. E non c’è nulla di sbagliato, perché sei stato progettato così. Non ti sei progettato da solo. Dio ti ha progettato così. C’è uno scopo nella tua progettazione. Quindi, c’è la completa accettazione. Quando accetti quello che c’è, quella è meditazione. Quello è sadhana. Questo è tutto. Quindi, è molto semplice. Ti prego di farlo. Ti aiuterò».
Fonte/pdf

SRI BHAGAVAN TEACHING: ACCEPTING WHAT IS THERE
Added by Oneness Maria on November 17, 2010 at 5:55pm

Sri Bhagavan: «All you can do is you can see what is there. First of all you do not know what is there, because all the years you have been running away from it. See, every day you find only the self. So you come to know. Now that is an indirect way of knowing, but then to actually look at it is painful. To look at your envious thoughts, your jealous thoughts, your fearful thoughts, your anxious thoughts, is not such a good experience. All the time you are running away from it. That is the only problem which man has got. So, because we are telling you, “look, turn around, confront it, look at it” maybe you will say, “ok, let me try”. Initially it could be difficult but then you will soon realize it is very tempting, very nice to see, actually. As you see your darker side, your negative side, strangely you will stop condemning because you know that it’s true. And along with it comes joy also and with that joy you’ll soon find there is the complete
absence of conflict. Not that your negative side has gone. Not that you’ve ceased to be jealous, ceased to be angry, ceased to be fearful. No, no, no, not those things. You are for the first time in your life able to say, “Yes, I am this. I am not ashamed of it. That is the only truth. I am being truthful”. That is when you have taken the first step in spirituality. That is also the last step. Thereafter, everything is automatic. No guru is required, no teaching is required. It is all automatic. You think there is something you can do to get there. There’s nothing you can do to get there. If you are a jealous person you are not going to become non-jealous. If you are a fearful person,  you are not going to become courageous like the lion. If you are a depressed person, you are not going to go into euphoria. You cannot change. Try as you might, you cannot change. So what is the teaching here? The teaching says you cannot change and there is no need to change because you have been designed like that, you are that. That is all. That is the only teaching. Therefore, you accept. Ah-ha, I cannot change. So, what is there to do? Nothing to do. And there is nothing wrong about it because you’ve been designed like that. You did not design yourself. God designed you like that. He has some purpose in designing you. So, there’s complete acceptance. When you accept what is there, that is meditation. That is sadhana. That is all. So, it’s really simple. Please do it. I’ll help you».

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Archivio storico su LiberaMenteServo.it:
Maestri/Diksha
Presenza Divina

La Oneness non è una religione, non è un culto, non è una filosofia, è semplicemente un Fenomeno come un passaggio di una cometa, un’eclissi solare o altri fenomeni naturali.

Questo fenomeno ha 850 anni e si è rivelato nel 1989, quando la sfera Dorata si è presentata ai bambini della scuola Jivashram che poi sono diventati insegnanti della Oneness University. Nel 1989 il fenomeno profetizzò molte rivelazioni e fin’ora si sono tutte realizzate.

Finora abbiamo percorso la strada lunga: Awakening, le sadhana ecc. Ora c’è la via breve: anche le persone mondane che non credono entrano nelle Sri Amma Bhagavan Sacred Chambers, chiedono al loro Divino di diventare fisico e succederà tutto velocemente.

La seconda cosa da capire è che Dio diventa Antaryamin dentro di voi, Il Dio che diventa Antaryamin dentro di voi e il Dio che vive nelle Sri Amma Bhagavan Sacred Chambers sono tutti coscienza collettiva, tutto è Paramatma. Quando voi pregate e chiedete, è quel centro che si chiama Dio -e che viene chiamato Paramatma- che arriva a voi come Antaryamin per voi, che fa miracoli, che arriva come esperienza, che vi sta osservando e questo Antaryamin arriva con un corpo specifico.

Bhagavan diceva che nel 2014 si sarebbe ritirato, perché il vostro Avatar sarebbe diventato fisico. Il Paramatma si rivelerà a voi nel modo più appropriato per voi. Le Sri Amma Bhagavan Sacred Chambers sono una via breve verso il risveglio, la trasformazione, la realizzazione di Dio e la risoluzione di ogni genere di problema. Ciò che accade dipende dalla relazione che avete con il vostro Divino Personale.

Questo è davvero qualcosa che cambia le cose. Qualcosa che cambia le cose per tutta l’umanità.

Dovete aver pensato molto spesso: Dio, se ci sei, perché non vieni da me? Perché non mi parli? Perché non mi aiuti? Quello è esattamente ciò che sta accadendo. In India e nel resto del mondo, adesso, ci sono più di settecento di queste Sri Amma Bhagavan Sacred Chambers. Arrivano tantissime persone ogni giorno e quasi tutte le loro preghiere vengono esaudite.

«Quando diventi illuminato ti rendi conto che non c’è nessuno scopo in questa creazione. C’è semplicemente perché c’è gioia nella creazione e la gioia esprime se stessa in tutte le forme. Quando ti illuminerai vedrai che c’è soltanto gioia, c’è solo Amore».
Da: Serate con Sri Bhagavan “Avatar dell’illuminazione“.

La Oneness e’ un Fenomeno, il suo scopo e’ quello di diffondere in tutto il pianeta lo spirito della Oneness. Si comincia con lo scoprire la Oneness in se stessi, nella famiglia, nella società e nel proprio paese. E non ci si ferma qui. Si scopre anche la Oneness sul pianeta, e la Oneness con ogni cosa che vive, e naturalmente la Oneness con l’universo, ed infine con il Divino. La trasformazione dell’individuo porta alla trasformazione globale.

«Lo stato più elevato fra tutti è quello di Seva. Lo Spirito di Seva è intrinseco in ogni intuizione, realizzazione, esperienza mistica e Mukthi. E’ questo spirito che vi spinge a condividere con il mondo ciò che vi è stato dato».
Da insegnamenti: Sri Padmavathi Amma “La Madre Divina”.

preghiera-andrea-pangos

Cerca anche

Lettera a chi sostiene l’obbligo vaccinale by Stefano Re

Lettera a chi sostiene l’obbligo vaccinale by Stefano Re Posted by Marco Marcoaldi on 16 settembre 2018 «Voglio …

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Selezionando "ACCETTO" su questo banner acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi