Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Le otto ore di lavoro? Impediscono lo sviluppo delle facoltà latenti in ogni uomo

«Lo schiavo non è tanto quello che ha la catena al piede,
quanto quello che non è più capace di immaginarsi la libertà
».

Silvano Agosti.
La Schiavitù del Lavoro

Blog di Daniele Reale

Le otto ore di lavoro? Servono per impedire
lo sviluppo delle facoltà latenti in ogni uomo

Paolo Franceschetti, lunedì 27 marzo 2017

La società occidentale cerca di distruggere sistematicamente la volontà dell’individuo, impedendogli di pensare, riflettere, migliorare.

Tutto il sistema in cui viviamo è un complesso apparato volto a impedire lo sviluppo delle facoltà latenti in ogni uomo.

A questo risultato si arriva con una serie di mezzi.

Anzitutto facendo lavorare ogni individuo otto ore al giorno e anche più, ci si assicura che la persona non abbia tempo per evolversi, dovendo pensare soprattutto a mantenersi.

I cibi sempre peggiori, la pubblicità insistente solo sul materialismo, la completa estromissione dai media, dai film, dai telefilm, dagli spettacoli, e dall’informazione in genere, di tutto ciò che è spirituale, produce l’effetto visibile a tutti: l’annichilimento delle persone, l’azzeramento delle volontà, una società di infelici, persone che non conoscono il senso della vita, che sono depresse, che hanno paura di tutto (della bocciatura, della morte propria e altrui, di essere lasciati dal partner, del proprio datore di lavoro cui si sottomettono come schiavi per paura di perdere il lavoro, di parlare in pubblico, di perdere i loro soldi, la loro casa, la loro auto, ecc.), e che sono schiave docili del sistema e i cui svaghi principali sono il calcio o la discoteca, due delle cose più inutili che la mente umana abbia prodotto.
Paolo Franceschetti   BLOG

Fonte/Link attivo

Vi sono tre tipi di utensili:

  • Quelli che non si muovono e non parlano
  • Quelli che si muovono e non parlano (animali)
  • Quelli che si muovono e parlano (schiavi).

> Gaio <

«La televisione è il controllo sociale direttamente nel salotto di casa.
Essa mantiene l’ordine simbolico, garantendo la conformità di comportamento dei sudditi ignari.
Facendo diventare favola il mondo, la televisione è strumento al servizio dei dominanti.
La fabbrica televisiva del consenso, proprio come il clero giornalistico,
induce a odiare gli oppressi e ad amare gli oppressori,
producendo docili servi che lottano in difesa delle proprie catene
».
> Jean Baudrillard <

Tiziano Terzani

Nato nel 1938 a Firenze, giornalista e autore di molti libri. Tiziano Terzani è stato un profondo conoscitore del continente asiatico e uno dei giornalisti italiani di maggior prestigio a livello internazionale. È stato inoltre autore di reportage e racconti tradotti in tutto il mondo. Da anni era uno dei collaboratori di punta del Corriere della Sera. Nel 1971 era diventato corrispondente dall’Asia per il settimanale tedesco Der Spiegel. Ha vissuto a Singapore, Hong Kong, Pechino, Tokyo e Bangkok. È scomparso il 28 luglio 2004. “Un altro giro di giostra. Viaggio nel male e nel bene del nostro tempo” è il suo ultimo libro.


Silvano Agosti

è un regista, sceneggiatore e scrittore italiano, autore di opere originalissime, attraverso le quali ha cercato di raccontare orrori e meraviglie della natura umana.

Tra i suoi film Il giardino delle delizie (1967), D’amore si vive (1984) e L’uomo proiettile (1995).


Paolo Franceschetti

avvocato, docente di materie giuridiche, ha pubblicato libri e articoli in materia giuridica (diritto civile, diritto penale e diritto amministrativo), per poi specializzarsi come legale nel settore dei delitti esoterici e approfondire l’influenza della massoneria e della Chiesa Cattolica nella storia contemporanea e passata.


 

Si aiuta un sistema malvagio con la
massima efficacia, obbedendo ai suoi ordini e decreti.
Un sistema malvagio non merita mai una tale lealtà.
Tale lealtà significa condividere il male.
Un individuo dovrebbe contrastare il sistema malvagio con tutta l’anima.
(Mahatma Gandhi).

Inserto: David Icke, biografia e bibliografia. CLICCA per aprire la scheda

Inserto: David Icke, biografia e bibliografia. CLICCA per aprire la scheda

David Icke nasce a Leicester, in Inghilterra, nel 1952. In gioventù aspirava a diventare un giocatore professionale di football e per tale motivo abbandonò la scuola per giocare con il Coventry City e l’Herefold United nella English League. Un’artrite reumatoide al ginocchio sinistro in peggioramento lo costrinse ad abbandonare la carriera all’età di 21 anni.

Decise quindi di diventare un presentatore televisivo alla BBC e cominciò a cercare lavoro come giornalista. Non avendo terminato la scuola, inizialmente riuscì a trovare un posto solo nel piccolo giornale settimanale di Leicester, per approdare poi velocemente a quotidiani, radio locali, televisione regionale, con il ruolo di anchor man e reporter degli sport nazionali.

Nel 1982 si trasferì nell’Isola di Wight, dove iniziò a condurre una campagna su temi ambientali che lo portò a diventare un rappresentante nazionale per il Partito Verde nazionale. Dalla metà degli anni Ottanta aveva intanto perso interesse nell’ambiente televisivo, che vedeva sempre più come un mondo privo di anima, in cui abbondavano insicurezze e paure.

Nel 1989 scrisse un libro dal titolo It Doesn’t Have To Be Like This, esponendo la visione e i programmi del Partito Verde perché sentiva che stavano parlando solamente tra loro e non con il pubblico.

Durante la stesura del libro, David Icke iniziò a percepire una presenza attorno, come se ci fosse sempre qualcuno nella stanza in cui si trovava, quando in realtà non c’era nessun altro. All’inizio del 1990, mentre si trovava in un albergo di Londra, si rivolse all’entità misteriosa che lo accompagnava, invitandola a manifestarsi. Da quel momento le cose cominciarono a cambiare per David. Cominciò a sentire tre voci distinte che gli indicavano cosa fare. La prima voce gli consigliò di leggere un libro su una guaritrice, che egli in seguito contattò per farsi curare l’artrite con successo. La guaritrice rivelò di essere stata contattata da un’entità con il compito di trasmettere un importante messaggio a David Icke, che a sua volta trasferì in un libro dal titolo Truth Vibration (Gataway Books), a cui seguì un’esperienza straordinaria che tuttora sperimenta nella propria vita.

Mentre si trovava in Perù, nel 1991, soggiornò presso l’hotel Sillustani in Puno, situato presso un antico insediamento Inca, con graffiti e pitture nei dintorni. Durante un’escursione David sentì un’altra delle tre voci, che lo invitò a visitare una montagnola dove si trovavano delle pietre antiche poste in circolo. In quell’occasione ebbe una straordinaria esperienza di trasmissione energetica e sentì l’ultima delle tre voci.

Dopo questa esperienza tumultuosa, trascorsero 2 mesi prima che Icke ritrovasse l’equilibrio interiore. Decise quindi di fare un’apparizione in televisione per raccontare ciò che gli era successo, ma ne ricevette una terribile delusione: fu deriso per un paio di anni in Gran Bretagna. Imparò in seguito a non prestare attenzione a ciò che la gente poteva pensare. Iniziò così a girare il mondo annunciando la sua scoperta, ossia che la posizione del potere globale era occupata da una razza di rettiliani dalla forma mutevole.

Oggi David Icke, noto autore e speaker, studioso di storia segreta e cospirazioni, è uno dei più famosi giornalisti ha tenuto incontri e ricerche in più di 20 paesi negli ultimi 2 anni, comunicando le informazioni soppresse a milioni di persone e offrendo una soluzione spirituale (non religiosa) alla manipolazione globale.

Attraverso i suoi testi, che sono sempre ampiamente documentati, descrive le manipolazioni di avvenimenti mondiali messe in atto da un gruppo ristretto di politici, banchieri, finanzieri ed imprenditori in genere. Molti dei nomi che Icke svela sono conosciuti, altri – i burattinai (come lui li definisce) – compaiono di rado sui giornali o in televisione, ma sono ben noti in ambiti ristretti, quali l’alta finanza, o il sistema bancario.

David Icke vanta milioni di convinti lettori e le informazioni che propone sui suoi libri e sul suo sito stanno contribuendo a costruire una significativa massa critica rispetto all’informazione ufficiale. Nei libri e nel video che vi proponiamo, ce n’è in abbondanza per porsi un grande numero di domande rispetto al mondo in cui viviamo, e dare risposte a tanti avvenimenti, apparentemente inspiegabili: risposte scomode, spesso difficili da accettare, ma capaci di aprire grandi prospettive nella vita di ciascuno di noi.


Inserto: Enrica Perucchietti, biografia e bigliografia. CLICCA per aprire la scheda

Inserto: Enrica Perucchietti, biografia e bigliografia. CLICCA per aprire la scheda

Enrica Perucchietti, laureata con lode in Filosofia con una tesi in Storia delle religioni, vive e lavora a Torino come giornalista, scrittrice ed editor. Oltre a numerose pubblicazioni su riviste digitali e cartacee, collabora con la trasmissione televisiva «Mistero».


Inserto: Giuseppe Balena, biografia e bibliografia. CLICCA per aprire la scheda

Inserto: Giuseppe Balena, biografia e bibliografia. CLICCA per aprire la scheda

Giuseppe Balena nato a Matera nel 1975. Vive e lavora a Ferrandina (MT) come giornalista, scrittore e comunicatore web. Laureato nel 2001 in Scienze Politiche presso l’Università degli Studi di Bari. Da luglio 2015 è redattore per la rivista «Mistero» dell’omonima trasmissione televisiva di Italia Uno. Già redattore per testate giornalistiche cartacee e online.

Il Grande Fratello ci Guarda
Le armi del controllo sociale e la sorveglianza tecnologica

Voto medio su 1 recensioni: Sufficiente

€ 13.9

Inserto: Rudolf Steiner, biografia e bibliografia. CLICCA per aprire la scheda

Inserto: Rudolf Steiner, biografia e bibliografia. CLICCA per aprire la scheda

Rudolf Steiner nasce nel 1861 a Kraljevic (allora Impero Austro-Ungarico, oggi Croazia). Figlio di un capostazione austriaco, già all’età di sette anni al comune principio di realtà associa percezioni e visioni di realtà ultra mondane: “distinguevo cioè esseri e cose ‘che si vedono’ ed esseri e cose ‘che non si vedono’.

Nel 1879 Steiner inizia i suoi studi di matematica e scienze all’Università di Vienna frequentando anche corsi di letteratura, filosofia e storia occupandosi a fondo, fra l’altro, di studi su Goethe. A Weimar nel 1890 diviene collaboratore dell’Archivio di Goethe e Schiller (tanto che curerà l’edizione degli scritti scientifici di Goethe promossa da questa istituzione). Sempre nello stesso anno, la sorella di Nietzsche propone a Steiner di curare il riordino dell’archivio e degli scritti inediti del fratello.

Nel 1891 si laurea in filosofia con una tesi su temi di gnoseologia che verrà pubblicata nel suo primo libro “Verità e scienza” nel 1892. Nel 1894, invece, pubblica un altro celebre scritto la “Filosofia della Libertà”. Nel 1895 pubblica presso l’editore Emil Felber lo scritto: “Friedrich Nietzsche, un lottatore contro il suo tempo”, cura un’edizione in dodici volumi dell’ opera omnia di Schopenahauer e un’edizione in otto volumi delle opere di Jean Paul.

Dal 1897, senza avvelersi di manoscritti, Steiner inizia la sua attività di insegnante e conferenziere che lo porterà in giro per il mondo effettuando più di 6000 conferenze e pubblicando 28 libri su argomenti che spaziano dalla filosofia, alla medicina, dalla matematica e fisica all’agricoltura, dall’economia alla pedagogica e all’architettura. Le conferenze, poi stenografate, sono raccolte assieme agli scritti in 354 volumi che costituiscono l’opera omnia di Steiner.

Un’altra eccentrica caratteristica delle esposizioni di Rudolf Steiner è che, a partire dal 1914 circa, si avvale di un nuovo mezzo espressivo che si interpone all’atto linguistico: in pratica, disegna con gessi colorati su una o più lavagne. Una sua allieva, Emma Stolle, decide così di stendere sulla superficie delle lavagne del cartoncino nero. Si sono in questo modo conservati qualcosa come 1100 disegni, che vanno ad accompagnarsi alla produzione per così dire più accademica e tradizionale della sua opera. Nel 1958 Assja Turgenieff espone per la prima volta i disegni alla lavagna ad una mostra d’archivio a Dornach.

Nel 1904 appare “Teosofia, introduzione alla conoscenza sovrasensibile all’autodeterminazione umana“: il libro stimola Kandinsky (che scriverà, influenzato da Steiner “Lo spirituale nell’arte” e desta sospetto in Paul Klee, come si può ricavare dai giudizi che il pittore dà del nostro autore sulle apgine dei “Diari“.

In occasione del congresso internazionale della Società Teosofica che si tiene a Monaco nel 1907 mette in scena il dramma di Eduard Schuré “Il mistero di Eleusi”. In quel periodo viene edificato a Dornach (Basilea, Svizzera) il Goetheanum, progettato da Steiner interamente in legno, a doppia cupola.

Nella notte di San Silvestro del 1922, però, l’edificio viene distrutto da un incendio. Rudolf Steiner realizza prontamente un secondo edificio interamente in cemento armato (edificato, dopo la sua morte, tra il ’25 e il ’28).

Muore a Dornach, vicino Basilea (Svizzera) il 30 marzo 1925.

L’eredità poderosa di conoscenze innovative e di iniziative che Steiner ci ha lasciato hanno prodotto nel mondo una vasta serie di iniziative nei vari campi delle attività umane tra cui emerge l’agricoltura biodinamica, la medicina antroposofica, l’euritmia, l’arte della parola, la pedagogia steineriana (scuole waldorf), l’architettura vivente. Nel Goetheanum si svolgono le attività della Libera Università di Scienza dello Spirito, le attività artistiche e teatrali, convegni, meetings e concerti.



Inserto: Robin De Ruiter, bibliografia. CLICCA per aprire la scheda

Inserto: Robin De Ruiter, bibliografia. CLICCA per aprire la scheda


Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Video realizzato dal testo della conferenza di Danilo Diinabandhu Perolio del 2 settembre 2011, nell’ambito del 1° Convegno “Verso una Coscienza Planetaria”, Fobello (Vc), Teatro Lancia.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

27/7/2014: Ricaricamento del video originario del 28/1/2012, cancellato da Youtube.

Questa composizione sonora nasce dall’intuizione di contrastare l’azione dei campi elettromagnetici e degli strumenti di bioingegneria genetica, attraverso la riarmonizzazione delle onde cerebrali, il bilanciamento degli emisferi, e la sintonizzazione sulle frequenze Cristiche. L’ascolto va ripetuto regolarmente, oltre che quando se ne avverte la necessità. Grazie alle persone che vorranno condividere le proprie esperienze. Diinabandhu, 27 luglio 2014

Suggerimenti preventivi per la pratica:

1) Ascoltare in cuffia perché sono presenti frequenze binaurali per l’armonizzazione e la sincronizzazione degli emisferi cerebrali.

2) Assicuratevi, prima di iniziare la visione e l’ascolto, di non essere disturbati o interrotti (25 minuti). E’ importante non interrompere la meditazioni perché segue un percorso armonizzante che non credo sia bene farlo.

3) Attenzioni al volume dell’audio, regolatelo non troppo alto, ma neppure troppo basso. Cercare un volume che non sia disturbante ma al tempo stesso consenta ai suoni di avvolgervi e accarezzarvi. Ritengo, indicativamente, sia bene non superare il 15-20% del volume in cuffia; ma regolatevi voi stessi.

4) Prima di iniziare cercate di regolarizzare e calmare il respiro, stando seduti comodamente con la schiena diritta ma non rigida.

5) Potete tenere gli occhi chiusi, oppure concentrarvi sul puntino bianco al centro dello schermo, come preferite.

GRAZIE DI CUORE A TUTTI GLI AMICI

che l’hanno praticata e hanno condiviso le proprie esperienze,consentendone la pubblicazione.

Un abbraccio dal cuore a tutti
Danilo diinabandhu

preghiera-andrea-pangos

Cerca anche

Un popolo è libero quando è proprietario della moneta

Un popolo è libero quando è proprietario della moneta MARTEDÌ 15 MAGGIO 2018 Pubblicato da Angelo …

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Selezionando "ACCETTO" su questo banner acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi