In Evidenza

Raggiungi la serenità mentale con una pratica di 3 minuti

Raggiungi la serenità mentale con una pratica di 3 minuti

La Pratica della Mente Serena

Una meditazione di Preethaji
Guida in italiano di Diinabandhu Sevananda

 

Testo del video

  • Ogni volta che sei distratto o turbato, pratica la meditazione della Mente Serena.
  • Ogni volta che sei preoccupato dal passato o per il futuro,  pratica la meditazione della Mente Serena.
  • Ogni volta che vuoi tornare alla calma  pratica la meditazione della Mente Serena.

La Pratica (3 minuti).

  1. Siediti quieto, con la colonna vertebrale eretta. Chiudi gentilmente gli occhi. Rimani immobile durante la pratica. Fai 3 cicli di respiro consapevole. Fai in modo che l’espirazione sia più lunga dell’inspirazione.
  2. Riconosci la precisa emozione che sta emergendo in te ora. È irritazione, ansia, confusione oppure gioia, gratitudine o amore?
  3. Osserva la direzione del movimento del tuo pensiero: è legato al passato, al futuro oppure al presente?
  4. Ora sposta la tua attenzione al centro delle sopracciglia.
  5. Visualizza una piccola fiamma spostarsi dal punto tra le sopracciglia, fino al centro del tuo cervello.
  6. Mantieni l’attenzione su questa fiammella al centro del tuo cervello per alcuni momenti.
  7. Quando ti senti pronto, puoi gentilmente riaprire gli occhi.

 

Sintesi di alcuni passaggi tratti da una lezione del Corso
“Journey into Abundance – Conscious Creator” livello 1

Info sul corso “The Journey

Il desiderio che accomuna tutti gli esseri umani è quello di essere, e vivere, liberi.
Ma di quale libertà stiamo parlando?
Cosa intendiamo con il termine libertà?

La libertà, che nel nostro profondo stiamo tutti cercando, è quella che deriva dalla conoscenza della Verità.
Quale significato ha il termine Verità?

  • La Verità non riguarda l’onestà, non riguarda la sincerità nel mondo esteriore; non è quello di cui stiamo parlando, in questo contesto.
  • La Verità non è confessare la nostra vita a qualcuno.
  • La Verità non è neppure analizzare o comprendere l’altro.

La Verità di cui stiamo parlando, la Verità che dona la vera libertà, è il riconoscere la propria sofferenza.

Per scoprire questa verità e ottenere la libertà, è necessario, indispensabile, intraprendere un viaggio dentro di noi, nel nostro mondo interiore.

La Verità ha molti strati, e voi potete vedere soltanto la Verità che vi compete.
La Verità è anche la via più breve per la trasformazione.

Essere, e vivere, liberi non significa non avere pensieri, non significa neppure disfarsi dalla mente.
Sri Bhagavan insegna che non è possibile essere liberi dalla mente, ma che è possibile essere liberi dalla presa della mente.
Il vero problema non sono i pensieri, ma la sofferenza che deriva dalla presa della mente.
Uno sloka di Sri Bhagavan afferma: «Libertà dalla presa della mente».

Quando pensate, quando vi focalizzate, su voi stessi, sulle vostre ferite, è impossibile per voi vedere la vostra Verità interiore.

  • Quando siete presi dalla mente, non avete connessione e scegliete il dolore invece dell’Amore, e sempre tornerete al dolore interiore.
  • Quando siete presi dalla mente, siete concentrati su voi stessi, e così non potete essere focalizzati sull’altro.
  • Quando non siete focalizzati sull’altro, non può esserci Amore.
  • L’Amore è essere presenti all’altro in maniera continuativa.

Se non siete nell’Amore cosa succede?
Quali sono i vostri comportamenti?

  1. Cercate la giustizia invece dell’Amore.

    °Percepite che qualcuno ha commesso un’ingiustizia nei vostri confronti: quello che segue sarà che combatterete contro questa ingiustizia.
    °Vi ingannate nel credere che combattere l’ingiustizia sia una forma d’Amore.
    °Non vi rendete conto che, in questo modo, invece di creare un mondo migliore alimentate la violenza.
    I grandi alberi hanno molte ferite, ma queste ferite non bruciano più dentro di loro. Essi le hanno integrate interiormente.
    Le vostre ferite le avete assimilate oppure sanguinano ancora?

  2. Accusate invece di comprendere.

    °Non c’è attenzione a sentire l’altro.
    °Avete una domanda ricorrente: «Perché (proprio) a me?».
    °Percepite come se qualcuno stesse cospirando contro di voi.
    °Vivete accusando, così non siete in contatto con la vostra Verità; siete nella coscienza dell’IO.
    Riflettete su tutto questo.
    Dissolvete il vostro dolore, e nutrirete la connessione nella vostra Coscienza.

  3. Esigete invece di apprezzare.

    Queste sono i pensieri, le frasi, ricorrenti: «Ho il diritto di avere», «Perché non mi ami? Devi!», «Perché non mi rispetti? Devi!».

Come scoprire la propria Verità Interiore?

Uno strumento molto potente ed efficace per arrivare alla propria Verità interiore, e per conquistare la vera libertà, è l’Arte Meditativa della Pausa.

La vita frenetica ci assorbe completamente, ci allontana costantemente dal nostro mondo interiore e dalla nostra libertà. Non siamo più capaci di fermarci un attimo, così cadiamo in un perenne stato di fretta interiore.
Quando prendiamo una qualsiasi decisione nello stato della fretta interiore, inevitabilmente sbagliamo. In un tale stato non c’è vera intelligenza e, inevitabilmente, commettiamo degli errori stupidi.

Quando siete nella fretta interiore entra in attività la Amigdala, la quale prende in sopravvento innescando un comportamento distruttivo.
Senza una pausa prendono il sopravvento i pensieri distruttivi, si attivano emozioni limitanti; il vostro temperamento, le vostre decisioni, le vostre azioni saranno non intelligenti e distruttive.
È così che voi stessi diventate i creatori di un destino di tipo inferiore.

A questo punto la domanda è: «Come faccio a fare la pausa?».

Se praticate la meditazione della Mente Serena, basteranno tre minuti per attivare uno stato interiore tranquillo, creativo, intelligente, e sarete in grado di prendere le decisioni migliori in ogni circostanza. Le situazioni e le relazioni miglioreranno automaticamente.
Se volete avere una famiglia amorevole, un ambiente lavorativo armonioso, amicizie vere, ecc., praticate ogni giorno, anche più volte al giorno, la meditazione della Mente Serena.

Spiegazione della pratica della Mente Serena.

È importante sedersi con la schiena eretta, comodi, le piante dei piedi ben poggiate a terra; cercate anche di restare immobili per tutta la durata della meditazione.

  1. Fate tre respiri profondi, con queste modalità:

    °inspirate ed espirate attraverso il naso, mai con la bocca;
    °fate in modo che l’espirazione sia di durata doppia rispetto all’inspirazione;
    °respirate con l’addome, il quale si espande con l’inspirazione e rientra con l’espirazione;
    °mantenete la consapevolezza sul respiro: mentre inalate, sapete che state inalando; mentre esalate, sapete che state esalando. Siate totalmente presenti al respiro.

  2. Riconoscimento (del vostro stato interiore).

    °Con la pausa l’attenzione si rivolge all’interno.
    °Così riconoscete le vostre emozioni e i vostri sentimenti del momento. Riconoscete che c’è un disturbo.
    °Vedete quale emozioni, quali emozioni, state provando ORA! Nel momento presente.
    °Potrebbe essere irritazione, rabbia, paura, o altro.
    °Potreste anche vedere, in alcune occasioni, che un’emozione ne porta altre, oppure si trasforma in altre emozioni. Per esempio irritazione – rabbia – tristezza – disperazione. Spesso abbiamo paura di riconoscere quello che proviamo.
    Dovete sapere che non siamo dei pozzi stagnanti, siamo un fiume di emozioni.
    Se eseguirete seriamente questa fase di riconoscimento, il vostro Divino personale sarà con voi, potrà aiutarvi e lavorare con voi, per quanto saprete o vorrete cooperare.

  3. Osservazione del movimento (tra passato e futuro).

    °Ogni emozione non è lì per caso, non è lì da sola … è parte di un movimento del pensiero tra il passato e il futuro.
    °Quando sedete e praticate, emerge un’Intelligenza, una Presenza Amorevole, che vi permette di stabilizzarvi nell’adesso presente.
    °La consapevolezza di questo movimento vi porta nel momento presente.

  4. Focalizzate l’attenzione in Ajna Chakra.

    Focalizzate l’attenzione al punto centrale fra le sopracciglia e visualizzate, o sentite, una fiamma che si muove dall’Ajna Chakra (punto centrale fra le sopracciglia) verso il centro del cervello e lo illumina.
    Per circa 30 secondi, tenete l’attenzione sulla fiamma al centro del cervello.

  5. Fate un respiro profondo e dolcemente riaprite gli occhi.

Grazie per l’attenzione, auguro a tutti una meravigliosa pratica.
Namasthe.

Articolo originario del 25/12/2016, aggiornato il 21/12/2017

The Journey

An Inner Journey Leading to Outer Abundance

UN CORSO DI TRASFORMAZIONE di 9 giorni
tenuto alla O&O Academy – India.

EKAM

The Oneness Field

CLICCA QUI PER INFORMAZIONI

per un percorso senza precedenti

APPRENDI CON LA FAMIGLIA O&O
Global Global Call, la terza domenica di ogni mese.

Cerca anche

Invito alla Global Call O&O, per un percorso senza precedenti

Invito alla Global Call O&O per un percorso senza precedenti APPRENDI CON LA FAMIGLIA DI …

Utilizzando il sito e continuando con la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi